Divisione Navigazione Interna
News
Regolamento
Disposizioni generali
Disposizioni di circolazione
Segnalazione unitÓ nautiche
Segnalazione via navigabile
Regole rotta e stazionamento
Manifestazioni
Pesca e immersioni
Disposizioni specifiche
Orari di apertura delle conche
Guida pratica e informazioni turistiche per la navigazione
Galleria Fotografica
Divisione ferroviaria
Targhe Natanti
Il gruppo Sistemi Territoriali
Orario Uffici
Newsletter
Contattaci
Ricerca
Domande frequenti
Cartografia
Segnalazione unità nautiche
CAPO I - Segnalazioni a vista
Art. 18 - Generalità

1. Le unità nautiche portano, di notte o in caso di tempo con scarsa visibilità (nebbia, nevischio, ecc.) i fanali prescritti, di giorno le tavole, le bandiere e i palloni prescritti.
Art. 19 - Disposizione e visibilità dei fanali

1. I fanali d´albero devono essere disposti nell´asse dell´unità nautica ed emettere una luce bianca visibile dal davanti su un arco d´orizzonte di 225°, vale a dire di 112° 30´ su ogni lato. La loro distanza dal punto d´intersezione della linea dei fanali laterali con l´asse dell´unità nautica deve essere almeno di 0,5 m. Sono collocati, per quanto possibile, a prua; nel caso di convogli rimorchiati, sono collocati sull´unità nautica di testa.
2. Due fanali laterali sono disposti sull´unità nautica, uno a luce verde a tribordo e uno a luce rossa a babordo. Ciascuno deve essere visibile dal davanti, sul lato corrispondente, su un arco d´orizzonte di 112° 30´. La loro distanza non deve essere inferiore alla metà della larghezza dell´unità nautica, ma deve raggiungere almeno 1 m.
3. I fanali di poppa devono, se possibile, essere disposti nell´asse dell´unità nautica ed emettere una luce bianca, visibile da dietro su un arco d´orizzonte di 135°, vale a dire 67° 30´ su ogni lato.
4. I fanali visibili da ogni lato lo sono su un arco d´orizzonte di 360°.
Art. 20 - Disposizione e visibilità dei fanali

1. I fanali prescritti devono essere collocati in modo da essere ben visibili e non abbagliare il comandante. Salvo disposizione contraria, devono emettere una luce uniforme e continua.
2. Di notte in piena oscurità e con atmosfera chiara la portata sarà di almeno:

Tipo di fanale Bianco o giallo Rosso o verde
chiaro 4 km 3 km
ordinario 2 km 1,5 km

3. Le portate minime prescritte sono ritenute conformi se i fanali hanno le intensità luminose seguenti:

Portata minima in chilometri Intensità in candela internazionale
4 9,60
3 4,10
2 1,40
1,5 0,70
Art. 21 - Tavole, bandiere e palloni

1. Le tavole, le bandiere ed i palloni prescritti vanno disposti in modo da essere ben visibili. I loro colori devono essere facilmente riconoscibili. Le tavole e le bandiere avranno un´altezza ed una larghezza di almeno 60 cm. I cilindri devono avere un´altezza di almeno 80 cm e un diametro di almeno 50 cm, i palloni devono avere un diametro di almeno 50 cm, i coni devono avere un´altezza di almeno 60 cm ed un diametro di base di almeno 60 cm, i biconi devono avere un´altezza di almeno 80 cm e un diametro di base di almeno 50 cm.
2. I palloni possono essere sostituiti da dispositivi equivalenti che impediscano qualsiasi confusione.
Art. 22 - Segnali a vista non ammessi

1. È vietato portare segnali a vista diversi da quelli che sono prescritti o di utilizzarli in condizioni diverse da quelle prescritte o ammesse.
Art. 23 - Fanali di soccorso

1. Nel caso che i fanali prescritti cessino di funzionare devono essere sostituiti senza indugio con fanali di rispetto. Se il fanale prescritto deve essere chiaro, esso può essere sostituito con un fanale ordinario. Appena possibile si provvederà a ristabilire la segnalazione conformemente alle prescrizioni.
2. Se i fanali di rispetto non possono essere messi in servizio tempestivamente e se la sicurezza lo esige,può essere utilizzato un fanale ordinario bianco visibile su l´intero orizzonte.
Art. 24 - Lampade e riflettori

1. È´ vietato fare uso di lampade e di riflettori che possono essere scambiati con i fanali prescritti.
2. L´uso di riflettori non deve provocare abbagliamento, mettere in pericolo o ostacolare la navigazione o la circolazione a terra.
Art. 25 - Unità nautiche motorizzate

1. Di notte durante la rotta, le unità nautiche motorizzate devono portare:
a) un fanale chiaro d´albero posto in prua e sull´asse dell´unità nautica; se l´unità nautica supera la lunghezza di 110 m deve essere posto un secondo fanale chiaro dietro al primo in modo che la distanza orizzontale tra i due fanali sia al meno tre volte la distanza verticale;
b) fanali chiari laterali posti alla stessa altezza e sulla stessa perpendicolare all´asse dell´unità nautica, per quanto possibile un metro più bassi del fanale d´albero e non sopravanzanti lo stesso. Devono essere mascherati verso l´interno dell´unità nautica in modo che il fanale verde non possa essere visto da babordo ed il fanale rosso non possa essere visto da tribordo;
c) un fanale ordinario di poppa posto sull´asse dell´unità nautica ad una altezza tale da essere ben visibile;
2. Tutte le unità nautiche motorizzate che sono precedute da un´altra unità nautica motorizzata messa di rinforzo devono conservare le segnalazioni di cui al primo comma.
3. Per le unità nautiche minori:
a) fanali ordinari al posto di fanali chiari;
b) un fanale a luce bianca visibile da ogni lato e collocato nell´asse dell´unità nautica invece del fanale d´albero e del fanale di poppa. Il fanale può anche essere collocato nella parte posteriore;
c) fanali laterali collocati uno accanto all´altro a prua, ciò è consentito anche alle unità nautiche con lunghezza inferiore a 20 metri;
d) un fanale ordinario a luce bianca visibile da ogni lato al posto dei fanali d´albero, laterali e di poppa, per le unità nautiche minori con una lunghezza inferiore a sette metri e la cui velocità massima non supera i sette nodi. Il fanale può anche essere collocato nella parte posteriore.
Art. 26 - Unità nautiche senza motore

1. Di notte, durante la navigazione, le unità nautiche senza motore devono portare un fanale ordinario a luce bianca, visibile da ogni lato. Il fanale può anche essere collocato nella parte posteriore.
2. Per le unità nautiche a vela che navigano soltanto a vela, sono pure autorizzati:
a) Fanali ordinari al posto di fanali chiari;
b) un fanale di poppa, nonché fanali laterali che possono pure essere collocati uno accanto all´altro a prua o riuniti in una lanterna bicolore, collocata nell´asse dell´unità nautica;
c) una lanterna tricolore sulla punta dell´albero.
3. Per le unità nautiche minori a vela che navigano soltanto a vela, è autorizzato un fanale ordinario a luce bianca, visibile da ogni lato, con l´obbligo di accendere un secondo fanale a luce bianca all´avvicinarsi di altre unità nautiche.
Art. 27 - Unità nautiche che navigano contemporaneamente a vela e motore

1. Le unità nautiche che navigano contemporaneamente a vela e a motore portano di notte:
a) un fanale a luce bianca, visibile da ogni lato e fanali laterali; questi ultimi possono essere collocati a prua uno accanto all´altro o riuniti in una lanterna bicolore collocata nell´asse dell´unità nautica;
b) un fanale d´albero, un fanale di poppa e fanali laterali; questi ultimi e il fanale di poppa possono anche essere riuniti in una lanterna tricolore collocata sulla punta dell´albero.
2. Le unità nautiche che navigano contemporaneamente a vela e a motore portano di giorno:
a) un cono nero con la punta verso il basso, posto ad un´altezza che lo renda visibile il più possibile.
Art. 28 - Unità nautiche in stazionamento

1. Di notte, le unità nautiche in stazionamento, ad eccezione di quelle che sono ormeggiate a riva o in un luogo di stazionamento ufficialmente autorizzato, devono portare un fanale ordinario a luce bianca, visibile da ogni lato.
2. Quando la sicurezza della navigazione lo esige, gli impianti galleggianti devono essere illuminati in modo tale da poter riconoscere i loro contorni.
Art. 29 - Unità nautiche in servizio regolare

1. Le unità nautiche di servizio regolare devono portare i seguenti segnali supplementari:
a) di notte, un fanale chiaro a luce verde visibile da ogni lato, disposto per quanto possibile un metro più alto del fanale d´albero;
b) di giorno, un pallone verde.
2. Le unità nautiche di servizio regolare, che godono di qualche priorità, devono portare, oltre ai segnali di cui al comma primo, i seguenti segnali supplementari:
a) di notte, un secondo fanale chiaro a luce verde visibile da ogni lato, disposto per quanto possibile un metro più alto del fanale a luce verde di cui al punto a) del primo comma;
b) di giorno, un cilindro bianco, disposto per quanto possibile un metro sotto il pallone verde di cui al punto b) del primo comma.
Art. 30 - Protezione contro il moto ondoso

1. Le unità nautiche destinate a compiti speciali (misurazioni, ricerche idrologiche, azioni di salvataggio, ecc.) che devono essere protette dal moto ondoso possono portare, previa autorizzazione dell´Ispettorato di Porto territorialmente competente, i seguenti segnali supplementari:
a) di notte, un fanale ordinario a luce rossa, visibile da ogni lato, e un fanale ordinario a luce bianca, visibile da ogni lato e disposto circa un metro al di sotto del primo;
b) di giorno, una bandiera, rossa per la metà superiore e bianca per quella inferiore. Tale bandiera può essere sostituita da due bandiere sovrapposte, quella superiore rossa e quella inferiore bianca.
Art. 31 - Ancoraggi pericolosi

1. Le unità nautiche, quando sono ancorate in maniera da mettere in pericolo la navigazione devono portare:
a) di notte due fanali ordinari a luce bianca, visibili da ogni lato e disposti l´uno al di sopra dell´altro a un intervallo di almeno 1 m;
b) di giorno due bandiere bianche sovrapposte.
2. Qualora la sicurezza della navigazione lo richieda, l´ancora è inoltre segnalata: di notte mediante un galleggiate con riflettore radar e un fanale ordinario a luce bianca, visibile da ogni lato; di giorno con corpi galleggianti gialli.
Art. 32 - Convogli

1. Di notte, tutte le unità nautiche motorizzate in testa ad un convoglio rimorchiato e tutte le unità nautiche motorizzate poste di rinforzo davanti ad un´altra unità nautica motorizzata, a un convoglio spinto o a un rimorchio di fianco devono portare, durante la rotta:
a) due fanali chiari d´albero sovrapposti a circa un metro di distanza l´uno dall´altro, posti di prua e sull´asse dell´unità nautica, il fanale inferiore posto almeno un metro più alto dei fanali laterali;
b) fanali chiari laterali posti alla stessa altezza e sulla stessa perpendicolare all´asse dell´unità nautica, almeno un metro più bassi del fanale d´albero e non sopravanzanti lo stesso. Devono essere mascherati verso l´interno dell´unità nautica in modo che il fanale verde non possa essere visto da babordo ed il fanale rosso non possa essere visto da tribordo;
c) un fanale ordinario a luce gialla di poppa posto sull´asse dell´unità nautica ad una altezza tale da essere ben visibile;
2. Di notte, nel caso in cui un convoglio rimorchiato abbia in testa più unità nautiche motorizzate, o nel caso in cui una unità nautica motorizzata, o un convoglio spinto, o un rimorchio di fianco sia preceduto da più unità nautiche motorizzate messe di rinforzo, naviganti affiancati, accoppiati o no, ciascuna delle unità nautiche deve portare durante la rotta:
a) tre fanali chiari d´albero sovrapposti a circa un metro di distanza l´uno dall´altro, posti di prua e sull´asse dell´unità nautica, con il fanale inferiore posto almeno un metro più alto dei fanali laterali.
b) fanali chiari laterali posti alla stessa altezza e sulla stessa perpendicolare all´asse dell´unità nautica, almeno un metro più bassi del fanale d´albero e non sopravanzanti lo stesso. Devono essere mascherati verso l´interno dell´unità nautica in modo che il fanale verde non possa essere visto da babordo ed il fanale rosso non possa essere visto da tribordo;
c) un fanale ordinario a luce gialla di poppa posto sull´asse dell´unità nautica ad una altezza tale da essere ben visibile;
3. La prescrizione del comma precedente si applica alle unità nautiche che manovrano un impianto galleggiante.
4. Le unità nautiche rimorchiate devono portare:
a) un fanale ordinario a luce bianca, visibile da ogni lato;
b) due fanali ordinari a luce bianca, posti uno a prua ed uno a poppa, se la lunghezza supera i 110m;
5. Di notte, l´unità nautica o le unità nautiche in coda al convoglio devono portare un fanale ordinario di poppa posto sull´asse dell´unità nautica ad una altezza tale da essere ben visibile. Se vi sono più di due unità nautiche accoppiate i fanali vanno posti solamente sulle due unità nautiche estreme.
6. Di giorno, tutte le unità nautiche motorizzate in testa ad un convoglio rimorchiato e tutte le unità nautiche motorizzate poste di rinforzo davanti ad un´altra unità nautica motorizzata, a un convoglio spinto o a un rimorchio di fianco devono portare, durante la rotta, un cilindro giallo bordato, in alto come in basso, di due fasce nere e bianche, le fasce bianche sono poste all´estremità del cilindro. Il cilindro deve essere posto verticalmente in prua ad un´altezza che lo renda visibile da tutti i lati.
7. Le unità nautiche rimorchiate devono portare un pallone giallo posto ad un´altezza che lo renda visibile da tutti i lati. Se vi sono più di due unità nautiche accoppiati il pallone giallo va posto solamente sulle due unità nautiche estreme.
8. Nel caso in cui una unità nautica motorizzata o un rimorchio di fianco sia preceduto da una o più unità nautiche motorizzate messe di rinforzo, su tale unità nautica e su ogni unità nautica che compone il rimorchio di fianco deve essere posto un pallone giallo. Quanto un convoglio spinto è preceduto da una o più unità nautiche motorizzate poste di rinforzo, lo spintore deve portare un pallone giallo.
Art. 33 - Convogli spinti

1. I convogli spinti, di notte, durante la rotta devono portare:
a) Tre fanali chiari d´albero posti a prua dell´unità nautica di testa. Questi fanali devono essere disposti secondo un triangolo equilatero con base orizzontale in un piano perpendicolare all´asse longitudinale del convoglio. I due fanali inferiori devono distanziarsi di circa 1,25 m circa ed essere posti a circa 1,10 m dal fanale superiore;
b) un fanale chiaro d´albero a prua di tutti le altre unità nautiche eventualmente affiancati in modo che sia visibile la larghezza totale del convoglio.
c) fanali chiari laterali posti alla stessa altezza e sulla stessa perpendicolare all´asse dell´unità nautica, almeno un metro più bassi del fanale d´albero e non sopravanzanti lo stesso. Devono essere mascherati verso l´interno dell´unità nautica in modo che il fanale verde non possa essere visto da babordo ed il fanale rosso non possa essere visto da tribordo;
d) tre fanali ordinari a luce bianca di poppa sullo spintore posti ad circa 1,25 m uno dall´altro ad una altezza tale da essere ben visibile;
e) un fanale ordinario a luce bianca di poppa sulle altre unità nautiche eventualmente affiancati;
f) nel caso di convoglio spinto preceduto da unità nautica motorizzata i tre fanali di poppa di cui al punto d) devono essere a luce gialla.
Art. 34 - Rimorchi di fianco

1. I rimorchi di fianco, di notte, durante la rotta devono portare:
a) Sull´unità nautica motorizzata un fanale chiaro d´albero posto in prua e sull´asse dell´unità nautica; se l´unità nautica supera la lunghezza di 110 m deve essere posto un secondo fanale chiaro dietro al primo in modo che la distanza orizzontale tra i due fanali sia al meno tre volte la distanza verticale. Sulle unità nautiche non motorizzate un fanale ordinario a luce bianca, visibile da ogni lato e posto più alto del fanale d´albero dell´unità nautica motorizzata;
b) fanali chiari laterali posti alla stessa altezza e sulla stessa perpendicolare all´asse dell´unità nautica, almeno un metro più bassi del fanale d´albero e non sopravanzanti lo stesso. Devono essere mascherati verso l´interno dell´unità nautica in modo che il fanale verde non possa essere visto da babordo ed il fanale rosso non possa essere visto da tribordo;
c) un fanale ordinario a luce bianca di poppa sull´unità nautica e l´unità nautica o le unità nautiche affiancate.
Art. 35 - Segnali supplementari delle unità nautiche che trasportano materie pericolose

1. Le unità nautiche, sia in rotta che in stazionamento, che effettuano trasporti di merci pericolose, devono portare i seguenti segnali supplementari:
a) durante la notte, un fanale blu visibile da ogni lato, la cui intensità deve essere almeno uguale a quella di due fanali ordinari blu;
b) durante il giorno, un cono blu con la punta rivolta in basso posto ad una altezza tale da essere ben visibile da tutti i lati.
Art. 36 - Segnali supplementari di unità nautiche la cui capacità di manovra è limitata

1. Una unità nautica la cui capacità di manovra è limitata a causa dei lavori che sta effettuando ( dragaggi, posa di cavi, di boe ecc) deve portare i seguenti segnali supplementari:
a) di notte, tre fanali ordinari in verticale ad una distanza minima fra di loro di 1 m., con il fanale superiore ed inferiore rossi e il fanale di mezzo bianco, messi ad una altezza tale da renderli visibili da tutti i lati;
b) di giorno, un pallone nero, un bicono nero ed un pallone nero, posti in verticale ad una distanza tra di loro di almeno 1 m e messi ad una altezza tale da renderli visibili da tutti i lati.
2. Quando i lavori che si stanno effettuando creano un ostacolo alla navigazione, l´unità nautica oltre ai segnali previsti nel comma 1 deve portare:
a) di notte, due fanali ordinari rossi sovrapposti ad una distanza di almeno un metro posti nel lato dove si trova l´ostacolo e due fanali ordinari verdi, sovrapposti di almeno un metro posti nel lato libero; la distanza tra la verticale dei fanali rossi e quella dei fanali verdi deve essere di almeno due metri;
b) di giorno, due palloni neri sovrapposti di almeno un metro posti nel lato dove si trova l´ostacolo e due biconi neri sovrapposti di almeno un metro posti lato libero; la distanza tra la verticale dei palloni e quella dei biconi deve essere di almeno due metri;
c) il segnale internazionale "L", nel caso in cui sia necessario che le unità nautiche sopraggiungenti si fermino e chiedano l´autorizzazione al passo.
Art. 37 - Segnali supplementari delle unità nautiche in servizio di pilotaggio

1. Una unità nautica in servizio di pilotaggio deve portare durante la rotta, sia di notte che di giorno, i seguenti segnali supplementari: due fanali chiari d´albero sovrapposti, il fanale superiore bianco e il fanale inferiore rosso.
Art. 38 - Unità nautiche da pesca

1. Per le unità nautiche da pesca si applicano le disposizioni di cui alla legge 27 dicembre 1977, n. 1085 e successive integrazioni e modificazioni.
Art. 39 - Segnalazione durante le immersioni

1. Durante le immersioni che si svolgono da riva deve essere mostrata una bandiera con la lettera «A» del codice internazionale dei segnali (bandiera a due punte, con la metà lato asta bianca e l´altra metà blu).
2. In caso di immersioni svolte al largo questa bandiera, posta sull´unità nautica, dovrà essere visibile da tutti i lati. Di notte e in caso di scarsa visibilità la citata bandiera deve essere illuminata in modo che sia ben visibile.
3. Nel caso in cui le immersioni subacquee sportive avvengano in fiumi o canali sulla riva o sull´unità nautica di appoggio deve esservi una o più persone di accompagnamento in grado di avvertire il sommozzatore o i sommozzatori del sopraggiungere di altri unità nautiche in navigazione, facendoli emergere e ponendoli in sicurezza; l´immersione deve essere autorizzata dall´Ispettorato di Porto territorialmente competente.
CAPO II - Segnalazioni acustiche delle unità nautiche
Art. 40 - Generalità

1. I segnali acustici prescritti e quelli ammessi secondo l´allegato 2 devono essere emessi:
a) dalle unità nautiche a motore, ad eccezione delle unità nautiche minori, mediante sorgenti sonore azionate meccanicamente o elettricamente;
b) dalle unità nautiche minori anche mediante un clacson idoneo oppure un apposito corno. Per le unità nautiche a remi è sufficiente un semplice fischietto.
2. I segnali acustici devono essere emessi sotto forma di suoni di intensità costante. Un suono breve deve avere una durata di circa un secondo, un suono prolungato una durata di circa quattro secondi. L´intervallo tra due suoni successivi è di circa un secondo.
3. Il segnale dato mediante rintocchi di campana deve avere una durata di circa quattro secondi. Esso può essere sostituito da colpi battuti su un oggetto metallico.
Art. 41 - Segnali acustici

1. I seguenti segnali acustici devono essere emessi solo se la sicurezza della navigazione e di altri utenti della via navigabile lo esige, essi significano:
a) un suono prolungato: «attenzione» oppure «mantengo la rotta»;
b) un suono breve: «accosto a destra»;
c) due suoni brevi: «accosto a sinistra»;
d) tre suoni brevi: «faccio marcia indietro»;
e) quattro suoni brevi: «sono impossibilitato a manovrare»;
f) serie di suoni molto brevi: «pericolo di collisione».
Art. 42 - Uso di segnali acustici

1. È vietato emettere segnali acustici diversi da quelli previsti oppure di utilizzarli in condizioni diverse da quelle prescritte o ammesse.

P.zza Zanellato, 5 - 35131 - PADOVA (PD) - Tel. 049.774999 - Fax 049.774399 - Email: info@sistemiterritorialispa.it - PEC: sistemiterritorialispa@legalmail.it
P.IVA 03075600274 Dati societari